Cineca e open access esempio di binomio positivo

cineca

Non solo social network quando si parla di Open Access, ma anche eccellenti esempi di repository istituzionali che funzionano, uno su tutti, in Italia, Cineca, il National Open Access Desk.
Nato come consorzio di quattro atenei nel 1969, Cineca è, a differenza dei più famosi social network, uno strumento in mano ai ricercatori che non ha scopo di lucro.
Le università, che da 4 sono arrivate a 70, non sono le uniche a fare parte di questa importante istituzione: partecipano, infatti, anche quattro enti nazionali di ricerca, il MIUR (Ministero dell’Università e della Ricerca) e numerosi partner (33 paesi europei, partner tecnologici…).

La sua costituzione in forma di consorzio è dovuta all’ingente investimento di forze economiche e di personale che, negli anni ’70, nessun ateneo avrebbe potuto sostenere singolarmente. L’obiettivo era, ed è rimasto, quello di fornire alle università italiane le tecnologie più potenti e all’avanguardia disponibili sul mercato, utili allo sviluppo della ricerca scientifica: dall’acquisto del primo supercomputer si è infatti passati alla fornitura di servizi, mettendo a disposizione della ricerca sistemi gestionali e amministrativi per le università, la pubblica amministrazione e i privati.
Oggi, Cineca è il più importante intermediario tecnologico fra Università e MIUR, punto di riferimento nel dialogo fra pubblico e privato, fra atenei, ricerca, industria e pubblica amministrazione.

Ma che cosa ha a che fare Cineca con l’Open Access? Cineca è stato protagonista nel rendere possibile lo sviluppo dei principi e delle tecniche del movimento OA in Italia, mettendo a disposizione dei ricercatori e delle università gli strumenti e i servizi necessari per la creazione di repositories istituzionali, diventando infrastruttura per la pubblicazione di riviste accademico-scientifiche ad accesso aperto.

Non solo… Cineca ha sviluppato PLEIADIPortale per la Letteratura scientifica Elettronica Italiana su Archivi aperti e Depositi Istituzionali”, servizio nazionale che offre un accesso centralizzato alla letteratura scientifica presente negli archivi OAI istituzionali delle università e dei centri di ricerca italiani.

Il contributo di Cineca all’accesso aperto ha portato alla sviluppo di IRIS, una piattaforma di gestione dei dati della ricerca che contiene diversi moduli fra cui gli open archives delle singole università, repositories che raccolgono la produzione scientifica delle comunità accademiche.
Qui si possono registrare le pubblicazioni in un archivio aperto, massimizzandone la diffusione e condividendole con l’intera comunità scientifica nazionale e internazionale.

IRIS è compatibile con lo standard CERIF, grazie al quale è possibile sperimentare nuove forme di collaborazione scientifica e di peer-reviewing, di finanziamento per la pubblicazione OA della produzione scientifica e rafforzare la collaborazione con realtà internazionali.

Ma quali sono i vantaggi per chi pubblica su Cineca? Quelli che tutti i repository istituzionali garantiscono: massima visibilità, peer review, estrazione ed estrapolazione dei dati grazie al data mining, conservazione a lungo termine delle produzioni caricate, conformazione alle discipline di ateneo per l’accesso aperto.

Lascia un commento

  • Acquisti online

    24h/48h/72h – 5/7 giorni con SDA e Poste italiane raccomandata